Legalizzala

La prostituzione fa parte ormai del nostro vivere quotidiano

C'è chi prostituisce le proprie mani all'interno di una catena di montaggio
C'è chi prostituisce  la propria mente all'interno di un ufficio
e c'è chi prostituisce il proprio organo sessuale all'interno di una camera 

Ovviamente, vista la breve freschezza del prodotto offerto, la prostituzione sessuale prevede compensi più alti.

Ma sempre di vendita di una parte del corpo stiamo parlando

Quindi smettiamola di fare i bacchettoni, legalizziamola e andiamo avanti con altri problemi

La prostituzione sessuale rimarrà sempre, ma almeno potrà essere accompagnata da una fattura, permettendo di intascare qualche soldo in più che potrebbe sollevare un pochino le tasche dei contribuenti che versano puntualmente le tasse.

Focalizziamoci sul sistema per fare in modo che i nostri politici non riescano ad intascarsi anche questi soldi.

E se qualcuno vuole puntualizzare sul discorso della prostituzione di un organo sessuale, vorrei ricordare che anche negli altri luoghi di lavoro, a fine mese, lo si prende nel culo.









32 commenti:

En Joy ha detto...

Se scrivo che, secondo me chi lavora fa una prestazione di servizio o manodopera con corresponsione di giusto compenso (quindi non è prostituzione) non è per dar contro il tuo pensiero.
E' prostituzione in campo lavorativo quando faccio annusare la figa per avanzare.

Charlie Brown ha detto...

anche nel loro caso c'è un giusto compenso, potremmo definirla anodopera ?


Francesco ha detto...

diciamo che purtroppo viviamo in una epoca in cui quasi tutto ha un prezzo e quasi niente viene concesso per merito

Charlie Brown ha detto...

e allora legalizziamo tutto ciò !!!

En Joy ha detto...

"Nel loro caso" parli delle prostitute vere, giusto? Sì sono a favore della legalizzazione: pago io-paghi tu le tasse? Che le paghino (giustamente) pure loro.
Poi il resto è tutto soggettivo :-)

Charlie Brown ha detto...

Il fatto è che non vedo per quale ragione dobbiamo considerare peccato una cosa che accade dallo specchio dei tempi, la trovo ipocrita

Charlie Brown ha detto...

azz, volevo dire notte dei tempi

En Joy ha detto...

Nono, la penso come te..
(bravo ti sei corretto, 6+) :-)

Charlie Brown ha detto...

in realtà stavo facendo pubblicità indiretta all'inserto che usciva tempo fa insieme a la stampa :-)

silvia ha detto...

concordo solo con il titolo,
per il resto sono in disaccordo.
non puoi paragonarmi il lavoro di una lavandaia con quello di una prostituta.

Charlie Brown ha detto...

lo so che è un ragionamento estremo, ma di certo non si può continuare a condannarlo.

Vincenzo Iacoponi ha detto...

Sono assolutamente d'accordo con Silvia. L'operaia si alza alle cinque per andare a lavorare, quando la escort, incassato il lauto compenso, si infila sotto le coperte.
Eppoi hai barato, bricconcello!
Cosa fai, politica? Se mi metti una foto con certi culi in prima visione chiaro che otterrai il voto della massa dei cultori della gnocca.

Charlie Brown ha detto...

Vincenzo, va bene, sono due attività diverse, ma ognuno è libero di scegliere cosa fare; se comunque è un mercato che non morirà mai, perchè non legalizzarlo?

POlitico io? sono solo un fan di Valentino Rossi

Hai presente wlf?

Silver Silvan ha detto...

Che cattivo gusto nel vestire, mamma mia. Per me, per combattere la prostituzione, basta tagliare il pisello agli uomini che vanno a puttane. Dovrebbe funzionare.

Kylie ha detto...

Se gli uomini stessero più tranquilli... Ma non fa senso farlo in mezzo a tutto quello sporco? Uno dopo l'altro?

Charlie Brown ha detto...

Silver sempre drastica ...

Charlie Brown ha detto...

Kylie
Gli uomini più tranquilli?
e i politici onesti?
e la pace nel mondo?

noisuxeroi.com ha detto...

Sai perchè non fanno la legge?
Perchè i politici vanno (fanno arrivare a casa o in hotel, nemmeno il disturbo) a puttane ma le mettono in nota spese. Quindi non c'è la priorità.
Siamo bravi a fare leggi stupide, come lo spesometro che sta entrando in vigore e la software house del mio programma di contabilità mi dice che continuano a cambiare le carte fino alla fine, ma leggi che possano regolare ciò che esiste e sempre esisterà NO.
Poi non credo proprio si possa criticare chi fa la puttana o chi fa il puttaniere.
L'importante è che siano scelte assolutamente libere.
Vuoi darla perchè a lavorare come commessa ti girano i coglioni? Dalla, No problem.
Non trombi da mesi perchè la tu moglie ha deciso che sei una pianta in soggiorno? Prendila. No problem.
Io non vedo MAI un problema quando il libero arbitrio , se veramente libero, può esprimersi al meglio.

Charlie Brown ha detto...

Completamente d'accordo con te
Ma proprio su tutto, anche sul dannatissimo spesometro per il quale il sito dell'agenzia delle entrate non ha pubblicato un definitivo sistema di verifica del file inviato.

Silver Silvan ha detto...

Quello che si è inventato il termine "spesometro" meriterebbe di dover ricominciare ex-novo il suo percorso scolastico.

Derappher ha detto...

Massì, eviriamoli tutti 'sti maiali.

Charlie Brown ha detto...

così si rischia l'estinzione della specie :-)

Silver Silvan ha detto...

Mi sa che parla con cognizione di causa.

Silver Silvan ha detto...

Sa da dove viene la parola prostituzione? Da pro istituzione! Perché dovrebbe essere istituzionalmente legalizzata, dunque?

Charlie Brown ha detto...

perchè è pro e non contro ;-)

Silver Silvan ha detto...

Mmm, ha ragione anche lei...

UnUomo.InCammino ha detto...

Qui c'è la visione moralista (che tende non di rado al distopico) che pretende di combattere la realtà per quella parte che viene considerata "male".
E' un pensiero molto religioso e molto pericoloso.

Peraltro, come noti, di mille prostituzioni viene combattuta solo quella (più esplicitamente) sessuale.

Mah.

Charlie Brown ha detto...

Non sarebbe forse ora di smetterla di fare gli ipocriti e concentrarci su problemi ben più concreti?

Perchè la gente si indigna per la prostituzione e non fa nulla contro le persone che rubano i soldi dello stato?
Si fanno mille denunce, mille indagini, ma alla fine rimangono sempre impuniti e non viene mai recuperato il maltolto

UnUomo.InCammino ha detto...

In generale si parte dalla morale (praticamente solo sessuale) e si arriva alla sociologia.
Nel diario dell'ex-coppia c'è una una sezione che analizza il problema dei rapporti tra potere - morale - sessualità.

> Perchè la gente si indigna per la prostituzione
> e non fa nulla contro le persone che rubano i soldi dello stato?

Perché, come
osservavo da Gaia il nostro diritto (che è l'espressione della morale sul piano normativo) è molto storto e in genere non punisce i reati per la loro gravità ma per le credenze ad essi associate.
Ci si accanisce contro la prostituzione ma concussione, peculato, corruzione sono categorie estremamente popolari nelle classi dirigenti del paese.

Si considera un reato contro persona sempre molto più grave di un reato contro l'ambiente, anche se questi sono E più gravi e comportano poi conseguenze contro le persone.

Perché la morale cozza con l'etica? Perché il diritto è così storto?
Buone domande.

Charlie Brown ha detto...

immagino che chiedere di riscrivere la costituzione sia un'utopia....

Anonimo ha detto...

La costituzione risulta da una cultura e da una morale. Forse devi riscrivere queste, no!?

UUiC

Charlie Brown ha detto...

temo sia più facile riscrivere la costituzione :-(