opinel

Se penso alla montagna, la prima immagine che mi viene da associarle è quella di un coltello Opinel.
Nonno ne aveva uno che portava sempre con se, serviva per tagliare i panini mentre facevamo le escursioni, per intagliare i legni, si adattava a molti utilizzi in sostituzione di attrezzi che non sempre ci si poteva portare mentre si era in giro.
Restava suo fedele compagno anche quando arrivavamo a casa, ricordo ancora le sue mani mentre afferrano il coltello e tagliano la crosta del formaggio o la buccia di una mela.
Non so a chi sia finito il suo coltello ora, di sicuro non a me; ma non ho resistito e ho dovuto comprarne uno anche io.


14 commenti:

UnUomo.InCammino ha detto...

Oggetto "classico" per gli amanti della montagna, della natura.
Sì sì!

Charlie Brown ha detto...

Sapevo che avresti compreso :-)

Layos ha detto...

Lacrimuccia...

Charlie Brown ha detto...

io mi sono comprato il num 9 ;-)

Ail Finn ha detto...

E' impressionante quanto alcuni momenti si leghino tanto ad un oggetto particolare... e l'oggetto richiama fatti, situazioni e persone meglio di una fotografia...

Charlie Brown ha detto...

Questo più di tutti

kermitilrospo ha detto...

ci pensavo proprio qualche giorno fa...

silvia ha detto...

in casa mia ci sono solo coltellini svizzeri, quelli rossi!

Francesco ha detto...

ecco, ma io non ho capito l'accostamento tra il coltello e la montagna, ma io di montagna non capisco un cazzo

Charlie Brown ha detto...

@ kermitilrospo

vuoi comprarne uno anche tu?

Charlie Brown ha detto...

@ silvia

ehm...
cara Silvia...
non so proprio come dirtelo ma....
I coltellini svizzeri sono da varesotti ....

Charlie Brown ha detto...

@ Francesco

tutte le volte che si va in montagna con una persona con anni di vita ed esperienza, succede che, all'ora di pranzo, venga estratto un opinel per affettare il pane e il salame/formaggio

silvia ha detto...

varesotti nel senso che noi brianzoli diamo all'appellativo "milanesi"?

Charlie Brown ha detto...

@ Silvia

credo di si :-)