Vita dura per le over 40

Non so se lo ricordate, ma ho creato un gruppo fb per la ricerca/offerta di lavoro nella mia devastata provincia.
Il gruppo col tempo è cresciuto e siamo intorno ai 5300 iscritti.
Oggi tra le varie offerte è comparsa la lamentela di una 41enne che si lamentava per la difficoltà di trovare un lavoro.
Inizialmente non volevo pubblicare il suo post, ma ho ritenuto giusto farlo per evidenziare un tema comune a molti dei partecipanti al gruppo.
Subito sono arrivati i commenti di altre donne, nella sua stessa situazione, che si lamentavano di quanto fosse difficile per loro trovare un impiego.
Di quante volte si siano sentite dire che sono troppo vecchie, che ai datori di lavoro conviene molto di più assumere, con stipendi da fame, delle ragazzine che poi possono tranquillamente lasciare a casa al termine delle agevolazioni.
Di quante volte abbiano subito discriminazioni razziste da parte dei vicini Svizzeri, che ormai risentono anche loro della crisi e stanno riducendo notevolmente l'assunzione di personale straniero. (leggasi frontalieri)
E mi viene da pensare che effettivamente per certe categorie di persone il trovare un lavoro è ancora più difficile e che non esistono agevolazioni per queste categorie, sembrano dimenticate da tutti; ma esistono e non vanno dimenticate.

10 commenti:

Angelo G. ha detto...

E tu col lavoro a che punto sei?

Charlie Brown ha detto...

@ Angelo G

In alto mare :-(

Sara ha detto...

Io trovo dannoso il giovanilismo a tutti i costi.

silvia ha detto...

Sei in alto mare nel senso che "porti le barche", giusto?

Charlie Brown ha detto...

@ Sara

più che giovanilismo, in Italia che lo schiavismo

Charlie Brown ha detto...

@ Silvia

Purtroppo no, non siamo andati d'accordo

silvia ha detto...

e dunque?
andrai in Svizzera?

UnUomo.InCammino ha detto...

L'Italia è, storicamente, un paese sovrappopolato e quindi misero, visto che la torta è quella che è il numero di bocche eccessivo.
A parte qualche decennio post conflitto e lo sciagurato boom che ne è seguito, l'illusione della cornucopia, del più tutto per tutti (che ora i sinistri hanno ulteriormente peggiorato in più tutto per più tutti), fatte a debito colossale e deficit nefandi, ora torneremo prima poveri e poi miseri, assaliti da milioni di nemici storici.

Ignorare la storia
(interessante conferenza di Alessandro Barbero qui

https://youtu.be/m9HxeKY39BU
)

è gravido di pessime conseguenze.

Charlie Brown ha detto...

@ Silvia

Per ora sono fermi anche in Svizzera, forse si muove qualcosa a luglio :-(

Charlie Brown ha detto...

@ UUIC

Quindi le possibilità sono due: emigrare o fare la rivoluzione