L'acchiappadolori

ci vorrebbe proprio uno straccetto da mettersi dentro ogni tanto e farsi una bella centrifugata.
Perchè la gente viene da a raccontarti i propri dolori
e tu li ascolti e li fai anche tuoi
senza pensare che anche a te le cose non stanno andando come vorresti
che hai dei desideri, dei sogni infranti
e allora facciamoci sto giro con l'acchiappadolori

7 commenti:

Macy ha detto...

forse ognuno di noi dovrebbe avere il suo acchiappadolori, una persona cui raccontare le cose, non necessariamente quella che le racconta a noi... Qualcuno che non giudica nè dà consigli, solo ascolta... praticamente un analista ma gratis

chaillrun ha detto...

Ci sono sempre momenti così, forse perché ci si dimentica che i conti alla fine non li possiamo gestire noi, ma l'Ottuso Imponderabile.
Che comunque dà e toglie.
Apprezziamo tantissimo quando dà,
facce buie quando toglie. Ma mi dico alla fine "è sempre occhei", bé mica è vero, ma ci voglio credere :)
E perché privarsi di un giro di acchiappadolori? Nono, ci sta sta.
Lecchiamoci le ferite e si riparte :) un bacio.

Debora ha detto...

Gli acchiappadolori esistono ma son rari, si chiamano amici ma spesso quelli che aiutano non fanno parte della nostra cerchia.. A volte non sono in carne ed ossa, a volte sono una serie di 1 e di 0 messi insieme che appaiono là dove l'insieme ha un senso, privatamente o pubblicamente peró puntualmente si gettano nella tua vita e assolvono il loro compito, si fanno carico dei tuoi diolori, ridonandoti nuova gioia..

Charlie68g ha detto...

@ Macy
anche più di una

@ chaillrun
è che vorrei tanto che si accompagnassero anche a dei sani momenti di serenità

@ Debora
ultimamente sono più acchiappadolori che altro, si vede che ispiro fiducia, ma alle volte bisognerebbe trovare anche qualcuno con cui poter parlare, non solo ascoltare

CharlieB. ha detto...

Sono predisposta ad un ottimo ascolto. Mono. In quanto il padiglione auricolare destro è lavativo da sempre. (D'altronde, l'occhio sinistro è talpatissimo, per mantener l'equilibrio, ovvio). E dopo aver passato l'acchiappadolori arieggiare il locale con sorrisi e musica e birr..ops...:)

jocker ha detto...

E' un classico: sicuramente tu ispiri fiducia e quindi diventi fonte di sfoghi.
Da un lato la cosa ti fa piacere, ma dall'altro è una gran rottura.

P.s. Ma dove li vendono questi utilissimi "straccetti??" ;)

Charlie68g ha detto...

@ charlieb
io il locale lo faccio aerare sempre, e gli sparo pure due o tre belle canzoni prima di entrarci ;-)

@ jocker
io li ho trovati sul catalogo "gli introvabili" del postalmarket ;-)