Smile, you're in candid camera

Poi succede che dall'aeroporto prendi la navetta che ti porta fino al parcheggio e lì scopri che la tua auto non ne vuole più sapere di partire.
A nulla sono valsi i tentativi di rianimare la batteria, né il booster né il collegamento diretto con i cavi.
E allora devi rassegnarti, chiamare un carro attrezzi e andare al più vicino ufficio avis a prendere una macchina con cui tornare a casa.
Poi, dopo tre giorni, torni a Bergamo a recuperare la tua macchina, tutto contento perchè l'hanno finalmente sistemata, ma non passa nemmeno un ora che qualcuno pensa bene di tamponarti, rovinandoti paraurti e portellone del baule.
Ho ancora una settimana di ferie da fare, pensavo di andare al mare a rilassarmi, ma a questo punto sto seriamente valutando anche una gita a Lourdes.
Vi inviterei anche, ma non voglio avervi sulla coscienza se dovesse succedere qualcosa durante il viaggio.


9 commenti:

silvia ha detto...

ma l'avis non è quella del sangue?

Charlie Brown ha detto...

ne esiste una anche per i noleggi auto

ma, date le tariffe, è dolorosa uguale :-(

Sara ha detto...

Mica ti si è smagnettizzata la chiave?

kermitilrospo ha detto...

con la bici non avresti avuto questi problemi !

Charlie Brown ha detto...

La bici mi fa male, l'ultima volta l'ho presa per andare a comprare le sigarette, ho impennato e mi è venuto il torcicollo :-(

Federica ha detto...

io in questa settimana di ferie mi chiuderei in casa :)

Charlie Brown ha detto...

e me lo dici adesso?????? :-)

Silver Silvan ha detto...

Confermo, la bici è pericolosa. Il mio vicino di casa, Thomas, si è massacrato il pollice e ora deve operarsi! Così adesso usa la moto, che è molto più sicura.

Charlie Brown ha detto...

ormai solo Kermitilrospo pratica questo sport estremo del ciclismo :-)