Gli altri siamo noi?

Gli altri ci deludono, o forse siamo noi che riponiamo in loro troppe aspettative

Il fatto è che nella cerchia di amicizie e conoscenze pensiamo sempre che fra le persone che frequentiamo ci sia qualcuno che la pensa sulla nostra stessa onda, che sappia portare avanti alcuni suoi pensieri nello stesso modo in cui cerchiamo di portarli avanti ogni giorno.

Ma evidentemente non è così e allora ci si ritrova con colleghi che voltano le spalle intenti a strappare un cenno di approvazione del proprio capo, altri che si professano buonisti e poi riconducono al loro esistenza a cercare di ferire o mettere in imbarazzo qualcuno, altri ancora che passano l’esistenza a sparlare di altre persone che a loro volta sparlano di loro, altre ancora che ti chiamano amico e poi spariscono a festeggiare con altre persone, salvo poi tornare quando sono da soli.

Ora io mio domando come comportarmi con queste persone.

Lasciarle fare e andare avanti per la mia strada?

Fargli notare ciò che stanno facendo rischiando di perderli definitivamente?

Entrare anche io nel gioco strisciando tra un pensiero e l’altro cercando solo il mio tornaconto?

Che fare?

Per ora ci bevo sopra ;-)

12 commenti:

Bellamerda ha detto...

io credo nel Karma! sempre meglio andare avanti per la propria strada e con la coscienza bella pulita... gli stronzi in realtà sono infelici e si puniscono da soli prima o poi

Charlie68g ha detto...

il guaio è che a volte certi stronzi galleggiano e te li ritrovi mentre sei al mare a nuotare ;-)

duhangst ha detto...

Io ho sempre tirato per la mia strada..

Charlie68g ha detto...

e ci hai sempre guadagnato?

Anonimo ha detto...

Ma tu, ti sei mai guardato??? Ogni volta sono sempre gli altri ad avere colpe, ricordati che la verità sta sempre nel mezzo...

Charlie68g ha detto...

Anonimo che accusa
Avere almeno il coraggio di firmarti?

loriana03 ha detto...

....ti ricordi il tuo post " cristallino" del 21.02.2011 ?????? ....cosa decidi di fare? ;)

Charlie68g ha detto...

Loriana io sto continuando ancora su quella linea, anche se non tutti apprezzano ;-)

Anonimo ha detto...

cerca di fare la tua strada senza blindarti ne tantomeno giudicare con eccessiva severita'..ci sono molti aspetti degl'altri che non vediamo ...ti saluto caramente Charlie!! Ariel

Charlie68g ha detto...

Ariel io continuo per la mia strada, come sempre, se poi qualcuno vuole aggregarsi e farne un pezzo insieme a me, è sempre il benvenuto

virginia/mizaar ha detto...

si tratta di vita, quella degli altri e la nostra. si tratta di vedere le cose da punti di vista diversi perchè, per fortuna nostra, siamo diversi da chiunque altro. il problema sta nel poter essere se stessi senza troppe difficoltà. certo vivere da soli non si può, bisogna cercare una specie di compromesso per avere un minimo di armonia con il resto del mondo. bisognerebbe essere degli abili equilibristi per non avere problemi, mai

Charlie68g ha detto...

ecco, forse il problema principale sta proprio nel poter essere sè stessi senza scontentare nessuno